Fenicotteri Rosa - Parco Delta Del Po

Come sono arrivati i Fenicotteri rosa nel Delta del Po?

Nelle Valli di Comacchio si trovano addirittura la metà di tutte le specie di uccelli che si possono trovare in Europa. Non stupisce quindi che queste zone siano una meta ambita anche per i Fenicotteri rosa. Questi uccelli amano muoversi e viaggiare molto, anche più volte nel corso della stessa stagione migratoria.

I Fenicotteri nidificano esclusivamente in colonie piuttosto numerose: è stato scoperto infatti che gli individui iniziano le parate nuziali solo se in presenza di numerosi esemplari della stessa specie. Il periodo del corteggiamento prevede tuttavia una serie di fasi a partire dalla definizione territoriale dei maschi dominanti che oltre a proteggere il loro territorio devono difendere la gerarchia di dominanza, cercando quindi di allontanare i rivali.

Alto fino a un metro e mezzo, il Fenicottero è un grande uccello che ormai da anni fa parte della fauna mediterranea e qui migra, sverna e nidifica assecondando la presenza di cibo in questa o quell’altra zona paludosa.

Fenicotteri Rosa Valle Campo

Sono da tempo sostenuti da vari enti, associazioni e volontari nei loro cicli vitali, permettendoci ancora oggi di ammirarli regolarmente anche qui nelle Valli di Comacchio.
Una caratteristica che ha contribuito a rendere celebre i Fenicotteri nell’immaginario collettivo è la lunga corsa che precede l’involo, durante la quale risaltano le lunghissime zampe e il collo altrettanto allungato, fornendo a questi uccelli una silhouette particolarmente aggraziata.

Il becco dei Fenicotteri, invece, è tipicamente ricurvo verso il basso e la sua forma non è solo utile per afferrare la preda, ma è soprattutto un eccellente strumento che – grazie a delle particolari lamelle – serve per filtrare dall’acqua i piccoli organismi di cui si nutrono.

Un fatto curioso che invece riguarda l’alimentazione di questo animale è il suo grazioso balletto in acqua. Quando si procura il cibo, per cercare gamberetti ed altri piccoli organismi di cui si nutre, muove ritmicamente le sue lunghe zampe che in questo modo smuovono il fondale costringendo le prede ad esporsi.

La storia della sua presenza in Italia

I Fenicotteri rosa non sono stati sempre presenti in maniera stanziale qui in Italia, ma originariamente facevano il nido solo nella palude della Camargue, sul delta del Rodano, in Francia.
Dagli anni Settanta, la più grande colonia di Fenicotteri rosa del mediterraneo si riproduceva a Camargue, ma un anno si verificò un periodo di siccità che spinte questi uccelli a fare il nido in Italia e più precisamente negli stagni di Cagliari, in Sardegna.

Da qui in poi, si sono diffusi gradualmente colonizzando l’oasi di Orbetello in Toscana, le Saline di Margherita di Savoia in Puglia e naturalmente le Valli di Comacchio.
Iniziano quindi ad essere sempre più presenti in Italia anche negli anni successivi, ma è dagli anni Novanta che i Fenicotteri rosa iniziano a nidificare anche da noi.

Fenicotteri rosa alla foce del Delta del Po

I Fenicotteri rosa delle Valli di Comacchio

Nella parte di ponente della laguna di Orbetello si trova un’oasi del WWF in cui stormi di Fenicotteri rosa si muovono da qui con l’arrivo del bel tempo per andare a fare il nido nelle Valli di Comacchio.

Gli esemplari che vengono a nidificare qui possono provenire però anche da Spagna, Algeria, Francia, Turchia o comunque da tutte quelle zone del Mediterraneo in cui sono presenti.
Da quando si insediarono a Comacchio, questi Fenicotteri sono arrivati a costituire oggi una delle colonie più numerose d’Europa. Nell’area del Delta del Po, infatti, molti di loro stazionano ormai anche tutto l’anno (o al massimo compiono delle migrazioni parziali), permettendo così il monitoraggio della specie.

Le attività di monitoraggio della popolazione di Fenicotteri da parte dell’ISPRA (Istituto Nazionale di Fauna Selvatica) rendono ufficialmente il Delta del Po una delle cinque colonie più importanti d’Italia.
Gli animali vengono inanellati e schedati con le loro misure biometriche regolarmente: ogni anno tra Luglio e Agosto avviene questo monitoraggio dello stato di salute della popolazione nidificante nell’area e grazie agli anelli si possono tracciare gli spostamenti di questi uccelli.

Fenicotteri rosa del parco regionale del delta del Po

Nelle Valli di Comacchio i Fenicotteri rosa trovano pace e tranquillità, ricchezza e biodiversità (che pure loro stessi contribuiscono a mantenere) che sono parte del grande progetto ecologico dei parchi di quest’area, di enti e di associazioni come la Lipu.

A pochi chilometri dalle più frequentate spiagge del nostro paese c’è sempre una zona in cui vive il Fenicottero, simbolo di uno degli habitat più preziosi del nostro Paese: le zone umide.
Lagune, laghi, paludi, acquitrini e stagni sono infatti dei veri paradisi per la biodiversità ed ospitano centinaia di specie di anfibi, mammiferi, rettili, uccelli e altri animali.

L’arrivo della bella stagione accoglie gli esemplari che vengono nel Parco del Delta per nidificare e questo – ma è possibile farlo fino ad Ottobre – è anche il periodo in cui si può iniziare a prendere parte alle visite guidate per ammirare dal vivo questi affascinanti volatili. Non perdete l’occasione per immergervi nella natura delle Valli di Comacchio e nella Valle Campo.

Lascia un commento

Fondo Europeo Per La Pesca - Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Iniziativa realizzata con il cofinanziamento dell’Unione Europea

FEP 2007/2013 Asse 4 - Misura 2 - Azione 2.1 - Intervento 2.1.C "Pluriattività del pescatore"