Ferrara Film Festival 2017

Ferrara Film Festival 2017: arte e cultura internazionale

Il Ferrara Film Festival è un recentissimo evento cinematografico che vede in competizione delle proposte inedite dal cinema nazionale, europeo ed internazionale. Il concorso verrà arricchito da eventi collaterali a supporto del clima interculturale della kermesse, creando occasioni di approfondimento attraverso una scaletta che prevede numerosi incontri e mostrandoci nuove prospettive e visioni grazie a tre mostre che avranno luogo negli stessi giorni dell’evento.

Pur trattandosi solo di una seconda edizione, questo festival ha già riscosso un grande successo di pubblico e di coinvolgimento grazie alla sua lungimiranza e alla scelta di una location così prestigiosa come quella di Ferrara. L’evento accoglie tantissimi spettatori ed appassionati, distinguendosi per la grinta, la sensibilità e il livello di cultura proposto: una meravigliosa iniziativa in grado di suscitare forti emozioni.

Ferrara Film Festival 2016

Come è nato il Ferrara Film Festival?

Si tratta di un progetto ideato dalla società di produzione statunitense Perpetuus, fondata da Maximilian Law, in collaborazione con la Ferrara Film Commission, la Fondazione Rambaldi, il Comune di Ferrara, il Comune di Vigarano Mainarda e l’Ambasciata USA in Italia.

Si concretizza all’inizio dell’estate 2016 con l’obiettivo di creare un ponte culturale tra gli Stati Uniti e l’Italia, ma diviene anche un importante slancio per l’economia locale. Già dalla prima edizione, il Festival viene inserito nel circuito ufficiale internazionale dei Festival del Cinema (con cadenza annuale) e pertanto rappresenta fin da subito un’opportunità di interscambi socio economici con la cultura americana attraverso l’arte cinematografica e il supporto degli sponsor.

Cosa rende speciale il Ferrara Film Festival?

Il successo di questo festival va oltre il suo essere un semplice concorso cinematografico internazionale, perché esso è strutturato in modo tale da divenire un ponte culturale, educativo ed economico tra il nostro paese e gli Stati Uniti grazie all’arte, ai film, agli eventi collaterali, alle iniziative e agli spettacoli di intrattenimento.

È inoltre il primo festival cinematografico italiano ad essere gestito ed organizzato direttamente da una società di produzione per il grande schermo – la Perpetuus – che si trova a Los Angeles, in California.

Infine, questo è il primo festival del cinema ad essere accessibile anche ai non udenti. Una vera novità che forse presto diventerà la norma per merito anche di Sara Giada Gerini, fautrice di una campagna sociale condotta attraverso i social network per sensibilizzare le persone e le istituzioni verso una fruizione cinematografica aperta anche alla disabilità uditiva.

Elisabetta Antonioni - Golden Dragon Awards

Il programma del Ferrara Film Festival

La kermesse ferrarese propone anche quest’anno una ricca scaletta di film – tra corti e lungometraggi – tutti da scoprire e in lingua originale. Per l’edizione 2017 sono previste 6 prime mondiali, 5 prime europee e 5 prime italiane, sottotitolate in italiano e per la prima volta fruibili anche dai non udenti.

Ogni spettacolo prevede un cortometraggio seguito da un lungometraggio e nel sito ufficiale trovate i titoli e le trame di ogni film in concorso. Ferrara si immerge così nel mondo del cinema dal 21 al 26 Marzo, con un programma pieno di appuntamenti da non perdere.

Tra i vari eventi, domenica 26 Marzo si tiene – a Palazzo della Racchetta – l’incontro con Sara Giada Gerini, madrina della campagna sociale #facciamocisentire per dare ai sordi le stesse possibilità di accesso alla comunicazione televisiva con i sottotitoli 24 ore su 24.
Grazie proprio alla sua iniziativa, tutti i film e tutti gli eventi collaterali (tranne gli eventi After Dinner) saranno accessibili ai sordi.

I luoghi del Festival

Sede delle proiezioni sarà il Cine Park Apollo, unico multisala nel centro di Ferrara, mentre il duecentesco Palazzo Della Racchetta ospiterà le mostre a tema cinematografico, i vari dibattiti, le presentazioni, gli incontri informativi e naturalmente gli uffici del festival e i poli di relazione con stampa e blogger.

Nella storica Sala Estense, invece, capella di corte di Ercole I d’Este nella metà del ‘400 e oggi teatro e cinema della città, si terrà la cerimonia di premiazione con i Golden Dragon Awards.

Palazzo Della Racchetta

Le mostre del Festival

È prevista una mostra in esclusiva, dal titolo #Superhumans, dedicata ai supereroi della Marvel apparsi sul grande schermo. Curata da Simone Scopa, grande collezionista ed appassionato di cinema, e nell’ottica dell’apertura al mondo dei non udenti, la mostra metterà in esposizione le reali protesi acustiche in contrapposizione con le protesi tecnologiche di Iron Man che hanno reso Tony Stark un Supereroe.

Una riflessione sul rapporto fra scienza, medicina e tecnologia e su quali siano le vere caratteristiche di un eroe. Si ripercorreranno le gesta epiche dei personaggi Marvel attraverso costumi ed oggetti di scena, replicati in ogni dettaglio.

La mostra “Note di Margine”, che è curata da Elisabetta Antonioni, è invece una raccolta delle opere pittoriche inedite del regista e artista Michelangelo Antonioni e di quelle con le quali artisti italiani e stranieri hanno voluto omaggiare il Maestro.

Giovanni Alliata cura, infine, la mostra “Lyda Borelli e il primo divismo del cinema italiano”, dedicata all’attrice italiana del cinema muto dei primi del Novecento che fu una diva tanto amata ed ammirata dal pubblico.

Lascia un commento

Fondo Europeo Per La Pesca - Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Iniziativa realizzata con il cofinanziamento dell’Unione Europea

FEP 2007/2013 Asse 4 - Misura 2 - Azione 2.1 - Intervento 2.1.C "Pluriattività del pescatore"